Cranio Sacrale

 

Il metodo Cranio-Sacrale è un'arte raffinata di intervento sul corpo che trova le proprie origini nella terapia osteopatica. Il dottor William G. Sutherland, osteopata americano del XX secolo, attraverso sperimentazioni fatte sulla sua testa, scoprì infatti che le ossa del cranio avevano un loro movimento a cui diede il nome di Respiro della Vita o Respiro Primario.

Questo movimento non si riferisce alla respirazione polmonare, che viene definita da Sutherland respirazione secondaria, ma considera:

  • la fluttuazione del liquor (liquido cefalorachidiano)
  • la motilità intrinseca del sistema nervoso centrale
  • la mobilità delle ossa craniche
  • la mobilità involontaria dell'osso sacro tra le ossa del bacino
  • la mobilità delle membrane a tensione reciproca (membrane durali)
  • il movimento involontario fasciale dell'intero corpo

Il Respiro Primario diventa così il movimento alla base di tutti gli altri tanto che dal suo funzionamento fisiologico dipende lo stato di salute generale.

Nel corso del tempo vi è stata anche una evoluzione della tecnica prima attraverso lo stesso Sutherland e poi passando per John E. Upledger, Rollin Becker, James Jealous, Franklyn Sills, Michael Kern, Michael Shea.

Il metodo Cranio-Sacrale è passato dunque da un approccio più strutturale ad una visione che riconosce la presenza di Forze Biodinamiche che sono alla base dello sviluppo dell'essere umano sin dalla fase embrionale e che perciò contengono il potenziale di autorigenerazione corporea.

La seduta consiste in un "ascolto" con le mani delle disfunzioni, tensioni e contrazioni presenti nel corpo, si tratta di un approccio delicato e un profondo, silenzioso invito al riequilibrio, al rilascio, a fidarsi e ad affidarsi al corpo, alla vita, quale preziosa opportunità di crescita interiore.

Chi riceve il trattamento può avvertire una sensazione di calore e benessere, percepire dei movimenti all'interno del proprio corpo oppure sentirsi cullare come dalle onde del mare.

Il lavoro Cranio-Sacrale in quanto metodo olistico può essere un supporto in quasi ogni condizione poiché aumenta la vitalità dell'organismo, è adatto a bambini, anziani, agli adulti in circostanze delicate, e può essere di supporto anche alle donne in gravidanza.

Il Cranio-Sacrale si rivela di grande utilità nell'emicrania, nel dolore cronico del collo e della schiena, nella tensione mandibolare, nella fatica cronica, nelle disfunzioni dei tessuti in seguito agli interventi chirurgici, nelle cicatrici, negli stati di tensione e stress, nelle difficoltà emozionali, negli stati d'ansia e di depressione, nei disturbi comportamentali e d'apprendimento.

Professione disciplinata ai sensi della legge 14 gennaio 2013 n. 4