La Massoterapia

 

Per massoterapia si intende qualsiasi forma di massaggio terapeutico e quindi: l'uso di una varietà di tecniche manuali (sfioramento, frizione, impastamento, percussione, vibrazione) indirizzate a promuovere il rilassamento ad alleviare lo stress, mobilizzare diverse strutture, sedare il dolore e risolvere le tumefazioni, prevenire le deformità e promuovere l'autonomia funzionale in un soggetto che ha uno specifico problema di salute.

Il massaggio viene praticato sui tessuti molli con lo scopo di:

  • migliorarne il trofismo cutaneo e muscolare
  • favorire la circolazione sanguigna e linfatica
  • facilitare l’eliminazione delle scorie metaboliche e dei depositi di grasso corporeo
  • restituire mobilità agli arti compromessa da lesioni muscolari
  • stimolare il processo di guarigione
  • risolvere edemi ed ematomi cronici
  • favorire l' elasticità del tessuto connettivo
  • sedare il dolore
  • migliorare l'articolarità
  • facilitare l'attività muscolare
  • stimolare le funzioni anatomiche viscerali
  • rimuovere le secrezioni polmonari
  • rilassare localmente e globalmente
  • ridurre l'ansietà e la tensione

 

 

La pratica massoterapica può essere dunque di tipo: terapeutico/curativo, estetico, rilassante, sportivo.

Può essere applicata in età infantile, adulta, nell'anzianità, in gravidanza ed in caso di patologie.

In forma terapeutica/curativa la massoterapia deve essere eseguita su prescrizione medica per sincerare che non vi siano controindicazioni alla stessa, sarà comunque compito anche del Massofisioterapista durante la prima seduta accertarsi che il paziente possa sottoporsi alla seduta.

Professione normata dalla L. 403/71, dal DPR 1406/1968, dal DM 7 settembre 1976 e dal DM 14 aprile 1997