Massaggio Miofasciale

Si tratta di una tecnica che ha origine negli USA e che prende il nome da “mio” che sta per muscolo e “fasciale” da fascia.

Il massaggio Miofasciale è una forma di terapia manuale che agisce come efficace tecnica, diretta sul sistema fasciale superficiale che riveste e ricopre la muscolatura.
A differenza di altri tipi di massaggio, non lavora “sui muscoli” ma “tra i muscoli” cioè sulla fascia che li riveste, liberandola in questo modo, da eventuali aderenze, fibrosi e ristagni presenti siano essi di origine traumatica, posturale o emotiva. Il Miofasciale agisce quindi liberando da tensioni, ristagni e stasi la parte di tessuto connettivo (fascia) che riveste il muscolo facendo sì che lo stesso scorra liberamente nella sua guaina di contenzione. Ecco perché il massaggio miofasciale è particolarmente indicato per sportivi ed atleti: rendendo la muscolatura meno “legata” infatti, l’agonista o lo sportivo amatoriale potranno dunque beneficiare dell’effetto della seduta nella loro performance, migliorandone la resa ed anche la ripresa dalla stessa

Il massaggio Miofasciale è comunque valido per chiunque, sia a livello preventivo che rieducativo: liberando il tessuto muscolare è proprio una tecnica molto efficace per trattare rigidità e contratture anche di tipo cronico, dell’apparato muscolare ma anche articolare, apportando miglioramento quindi nella postura.

Questa tecnica necessita di un’importante conoscenza della topografia anatomica muscolare per essere applicata ed inoltre la situazione e le caratteristiche del paziente guidano il terapeuta anche nella gradualità delle sedute per un approccio più marcato oppure più leggero.